Home > Gioco con la napoletana

Gioco con la napoletana

Gioco con la napoletana

Lo strummolo, infatti, non era altro che una trottola artigianale: Un gioco semplicissimo, ma che aggregava tantissimi bambini pronti a sfidarsi per capire chi riuscisse a far girare la trottola per più tempo. Qualche anno fa andavano molto di moda fra i ragazzini i beyblade , piccoli oggetti di plastica che ricordavano in tutto e per tutto gli antichi strummoli. Non è difficile intuire per cosa venisse usata e non è difficile nemmeno immaginare vetri infranti, bernoccoli di poveri malcapitati presi di mira e le fughe disperate dei monelli scoperti a tirare pietre con precisione da cecchini. Il pallone è sempre stato una costante per i piccoli napoletani.

Che fosse un iconico Super Santos o un pallone sgonfio o, addirittura, una lattina nessuno ha mai resistito a tirare due calci. Basta passare di domenica mattina in qualunque piazza, piazzetta o parco per capire quanto questo sia un gioco classico che non verrà mai sostituito. Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terze parti che memorizzano piccoli file cookie sul tuo dispositivo. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione.

Tutte le altre carte valgono Zero punti. Tre carte a testa alla smazzata e una briscola sotto il restante mazzo. Poi si procede a turno in senso antiorario. Poche regole semplici, divertimento assicurato. I giocatori rimasti in gioco, potranno ora cambiare una o due care in alcune varianti anche tutte e tre per poi cominciare i turni di mano vero e proprio.

Vince la mano il giocatore con la carta più alta del seme di partenza, oppure chi ha giocato la briscola dal valore più alto. In questo gioco, la scala dei valori è solitamente questa: Asso vale 1 punto, tutte le figure e i carichi i 3 e i 2 valgono un terzo di punto quindi ne servono tre per ogni punto, due eventualmente rimaste valgono comunque zero , tutte le altre carte sono scartini da zero punti.

Uno dei più famosi giochi con le carte napoletane è la scopa: L'obiettivo è prendere più carte possibili fra quelle scoperte sul tavolo: Una variante è quella di "Asso Piglia Tutto": Molto diffuso come la Scopa, facile da imparare, la Briscola viene giocata in due o in quattro giocatori. L'obiettivo è ottenere più punti possibili: Ogni carta ha un valore diverso: L'ordine di presa è asso, tre, re, cavallo, fante, sette, sei, cinque, quattro, due, considerando i valori dal minore al maggiore. Assassino è un gioco ideale per un grande gruppo di amici. Ogni giocatore riceve una carta dal cartaio: Il resto dei giocatori sono persone comuni che rischiano di essere uccisi dall'assassino.

Un gioco molto simile è il "Lupus in Fabula". Di solito piace molto ai più piccoli, perché scatena molto la competizione: Rubamazzetto è un altro gioco con le carte napoletane. L'obiettivo è avere più carte degli avversari. Si devono prendere le carte dal tavolo: La particolarità di questo gioco sta nel rubare il mazzo di carte raccolte dall'avversario. Non ci resta che augurarvi buon divertimento! Io Games Giochi da tavolo.

I 5 giochi migliori con le carte napoletane | Io Games

In un tempo in cui non esistevano videogiochi o smartphone i bambini napoletani si divertivano con giochi poveri come lo strummolo. Soluzioni per la definizione GIOCO*CON*LA*NAPOLETANA - Cruciverba e parole crociate - Sinonimo. Il mazzo di carte “napoletane”, fa parte del gruppo così detto di “tipo spagnolo”, che si contrappone ai giochi con le carte francesi quello per. Non solo un gioco. Più tardi con la parola strummolo non. Scopri quali sono i migliori giochi da fare con le carte napoletane! Clicca qui ed inizia subito a divertirti con questi piacevoli passatempi!. Osservando con attenzione le carte napoletane, è interessante notare alcune particolarità, come il fatto che le figure siano ritratte in abiti. Regole del Cucù: ecco come si gioca con le carte napoletane e quali sono le varianti note anche come morto e Saltacavallo.

Toplists